Lettera a una bambina sulla lettura – Letter to a child about reading

Baby Bookshelf Gift Idea - Idea Regalo Libreria Bambini

Cara Cecilia,

ti scrivo questo biglietto, anche se non puoi ancora leggerlo, per dirti che non ti sto regalando un libro o una libreria a forma di casa delle bambole: ti sto regalando delle storie, un viaggio verso tutti i luoghi che vuoi vedere e le avventure che vuoi provare.

Ti sto regalando un giardino segreto da mostrare solo a chi vuoi, un moschettiere che ti difenda da chi ti farà i dispetti, un gatto simpatico e dispettoso che si proverà i tuoi stivali, un’isola piena di pirati che cantano con voce cavernosa e delle piccole donne che, come te, crescono.
Ti sto regalando una porta verso tanti mondi diversi, come in Narnia (anche se quello era un armadio), come nei Fluppys. E ti regalo un segreto: un libro fa anche passare il mal di pancia!
Rimane lì ad aspettarti dopo che hai finito di giocare con gli amici, e se qualche volta ci litighi, con gli amici, un libro ti dirà “non ti preoccupare, anch’io mi sento come te”.

E non ti preoccupare neanche se ti dicono di non rovinarli, i libri: non è vero (i tuoi però, non quelli degli altri). I libri vanno sottolineati, spostati, anche strappati se una parte proprio non ti piace –  però poi dovrai chiedere scusa, e sappi che non vale con i libri di scuola. Puoi prenderli e lasciarli e riprenderli più tardi, quando ne avrai voglia, e piegare gli angoli. Puoi saltare qualche pagina e rileggere la tua preferita anche dieci, cento volte! Puoi, infine, leggere dappertutto: in treno, in bagno, in biblioteca o mentre aspetti il tuo turno dal dottore, perché i tuoi libri preferiti, come i tuoi amici preferiti, ti seguono dappertutto, anche quando non li vedi.

E se ti diranno che leggere è importante, o che è noioso, o che bisogna leggere, ti dico un altro segreto: la verità è che leggere è bello! Se non mi credi, prova a prendere in mano Harry Potter, lui di magia se ne intende.

Un bacio,
i tuoi zii N. e F.

_____________________________________________________

Dear Cecilia,

I’m writing this note, even if you cannot read it, to tell you that I’m not giving you a book, or a dollhouse shaped bookcase: I’m giving you tales, a trip to all the places you want to see and adventures you want to try.

I’m giving you a secret garden for you to show only to those you want to, a musketeer who will defend you from bullies, a funny and mischievous cat that will try your boots on, an island full of pirates who sing in a cavernous voice and little women who, like you, are growing up.
I’m giving you a door to so many different worlds, as in Narnia (although that was a closet), as in The Fluppy Dogs. And I’ll give you a secret: a book also send away a stomachache!
It remains there, waiting for you to finish playing with your friends, and if sometimes you quarrel with them, a book will tell you “don’t worry, I feel like you.”

And don’t worry even if they tell you not to ruin them: it’s not true (yours, though, not those of others. Books should be highlighted, moved, you can even torn a page you just don’t like – but then you will need to say sorry, and know that it is not the case with school books. You can take them and leave them and resume them later, when you’ll feel like it, and fold the corners. You can skip a few pages and read your favorite even ten, or a hundred times! You can finally read everywhere: on the train, in the bathroom, in the library or while you wait your turn to the doctor, because your favorite books, such as your favorite friends, follow you everywhere, even when you don’t see them.

And if they tell you that reading is important, or that it is boring, or that you have to read, I’ll tell you another secret: the truth is that reading is beautiful! If you don’t believe me, try asking Harry Potter, he knows about magic.

A kiss,
your uncles N. and F.

Baby Bookshelf Gift Idea - Idea Regalo Libreria Bambini

Essere la madrina di Cecilia è stata una sorpresa che mi ha riempita di gioia, perché la sua è una bellissima famiglia che ha la felicità come traguardo quotidiano.

Being Cecilia’s Godmother has been a surprise that has filled me with joy, because hers is a wonderful family that has happiness as daily goal.

13569011_10209140742462988_4288426889905785715_o

Il suo battesimo è stato il più simpatico ed originale a cui io abbia assistito, con i festeggiamenti in una baita sul Monte Grappa e l’intimità che viene dagli spazi stretti in mezzo ad orizzonti ampi, e il calore della vicinanza e del buon vino.

Her Christening was the most likeable and original that I have witnessed, with the party being held in a lodge on Mountain Grappa and the intimacy that comes from tight spaces amid wide horizons, and the warmth that comes from the proximity and good wine.

13528049_10209065520702491_8763040910672624953_o

Naturalmente non ho saputo resistere e, quando mamma Laura mi ha chiesto di regalarle un libro, è diventato una libreria tutta da riempire, personalizzata da ghirlande e fiori creati a mano perché il tempo è sempre il regalo più grande che possiamo fare, soprattutto ai bambini. Per non smentirci, comunque, anche le sue bomboniere sono state un’esplosione di primavera per tutti!

Of course I could not resist, and when mom Laura asked me to give her a book, it became a library all to be filled, personalized with handmade garlands and flowers, because time is always the greatest gift we can give, especially to children. Obviously, her favors were also a Spring explosion for everyone!

Una cascata di fiori per un battesimo Una cascata di fiori per il battesimo di Ceciia

Per restare aggiornati sui miei lavori, non dimenticate di seguirmi su facebook, instagram o pinterest.

Don’t forget to follow me on facebook, instagram or pinterest to see my works!

Lettera d’amore agli sposi – A love letter to the bride and groom

Envelope wedding gift - Busta regalo matrimonio

Cara E.,
dato che, conoscendomi, non ho in programma di parlare al microfono al tuo matrimonio, ho pensato di scriverti in questa lettera il discorso che potrei fare.

Salve a tutti, sono N., amica e testimone della sposa. È stato un colpo di fulmine un pomeriggio di una decina d’anni fa, quindi posso dire di aver avuto anch’io una lunga storia con lei ormai, infatti ad un certo punto dei preparativi Elisa ha cambiato idea e mi ha incaricato di sostituire tutti i “M.” (nome dello sposo) del libretto con “N.”.
Mi risparmio tutta la parte sugli aneddoti e sulle frasi da Baci Perugina perché il fatto è che E. e M. il loro “per sempre” ce l’hanno già, è qui da qualche parte con un vestitino rosso, quindi non mi serve augurarglielo perché è già qui ed è bellissimo. Quello che posso augurare loro è il modo in cui arrivare a questo “per sempre” – e qui forse qualche Bacio Perugina ci scappa.

Vi auguro di tenervi spesso per mano, perché il più delle volte non è quello che si dice, ma quello che non si dice che conta. Di ridere, perché una risata fa respirare meglio, scuote via la polvere e vi permette di vedere la realtà più chiaramente. Di non badare troppo agli altri, perché su Facebook siamo tutti belli, felici e luccicanti, ma amare costa fatica, e quelli che sono più ricchi di noi hanno maggiordomi al posto degli amici.
Vi auguro che il vostro amore aumenti sempre. Come le tasse.
Vi auguro di ricordarvi di essere felici, quando guardate il mare, quando giocate con E., quando tornate a casa e accendete il fuoco nella stufa dopo una giornata pesante. Vi auguro, soprattutto in quelle giornate pesanti, di portare con voi il pensiero dell’altro, il cuore dell’altro, giorno dopo giorno, minuto dopo minuto, facendogli spazio con ostinazione anche quando non ne avrete voglia, scoprendo ad ogni stagione che passa un modo diverso di amarvi, perché le cose sono diverse da dentro – come il vestito da sposa che, prima di iniziare le prove, doveva essere liscio e in stile impero. E infatti.
Esiste una tecnica giapponese, il Kintsugi, che consiste nel riparare il vasellame rotto unendo i cocci con una resina mista a oro, argento o platino, dando delle venature preziose ai pezzi ricomposti e rappresentando così la vita, mai lineare, piena di ferite e spaccature. Non solo non c’è alcun tentativo di nascondere il danno, ma il Kintsugi, attraverso l’arte, ci dimostra che da una ferita risanata, dalla lenta riparazione conseguente a una rottura, può rinascere una forma di bellezza superiore, oltre che diversa ed unica. Vi auguro perciò che i segni che la vita vi imprimerà addosso abbiano un valore e un significato, rendendovi orgogliosi di voi stessi e del vostro rapporto.
E per concludere, il mio augurio è la frase che una moglie rivolge al marito in uno dei miei romanzi preferiti, Tenera è la Notte di Fitzgerald: “Pensa a quanto mi ami adesso. Non ti chiedo di amarmi sempre così, ma ti chiedo di ricordartelo. Da qualche parte, dentro di me, ci sarà sempre la persona che sono stasera.”
Congratulazioni, ragazzi, e se Dio non ve la manda buona, conquistatevela voi! Vi voglio bene.

Ti voglio bene.
N.

Envelope wedding gift - Busta regalo matrimonio

Dear E.,
given that, knowing me, I’m not planning to speak at the microphone at your wedding, I decided to write in this letter the speech that I would say.

Hi everyone, I’m N., friend of the bride and maid of honor. It was love at first sight one afternoon a decade ago, so I can say that I too have a long story with her now, in fact at one point of preparations E. changed his mind and asked me to replace all the “M.” (groom’s name) of the program with”N.”.
I save all the part on anecdotes and cheesy phrases because the fact is that E. and M. already have their “forever”, it’s here somewhere with a little red dress, so I do not need to whish them that, because it is already here and it’s beautiful. What I can wish them is the way they get to this “forever” – and here perhaps some there will be some cheesy parts.
I wish you to hold hands often, because most of the time it is not what you say, but what you don’t say that matters. To laugh, because laughter makes you breathe better, it shakes the dust off and enables you to see reality more clearly. I wish you not to care about others, because on Facebook we all are beautiful, happy and shiny, but love takes effort, and those who are richer than us have butlers instead of friends.
I wish that your love will keep rising. Like taxes.
I wish you to remeber to be happy, when you look at the sea, when you play with E., when you come home and turn on the fire in the stove after a tiring day. I wish you, above all in those heavy days, to bring with you the thought of your significant other, the heart of your significant other, day after day, minute after minute, making obstinately space for it, even when you don’t feel like it, discovering in every passing season a different way of loving each other, because things are different from the inside – like the wedding dress, that before going to the atelier had to be smooth and empire waist. Indeed.
There is a Japanese technique, Kintsugi, which is a way of repairing broken pottery combining the pieces with a resin mixed in gold, silver or platinum, giving a precious grain to the pieces back together, and representing life, never linear, full of wounds and rifts. Not only there is no attempt to hide the damage, but Kintsugi, through art, shows us that from a healed wound, from the slow repair resulting from a break, a higher form of beauty, as well as different and only, can be reborn. I therefore hope that the marks that life will give you will have a value and a meaning, making you proud of yourself and your relationship.
And finally, my wish is something that a wife says to her husband in one of my favorite novels, Fitzgerald’s Tender Is the Night: “Think how you love me”, she whispered. “I don’t ask you to love me always like this, but I ask you to remember. Somewhere inside me there’ll always be the person I am tonight.”
Congratulations, guys! I love you both.

I love you.
N.

Envelope wedding gift - Busta regalo matrimonio

Un segnalibro per l’autunno

Segnalibri autunno in regalo

Il tempo dura sempre troppo poco per aggiornare tutto quello che va aggiornato, perché c’è sempre una nuova idea da provare a trasformare in realtà, il sogno di una sposa da pianificare, o anche, se si riesce a strappare un minuto al lavoro, un viaggio da vivere.

L’autunno, oltre al solito desiderio di colori caldi, di gatti sulla coperta e di tè caldo che fuma tra le mani, porta anche la lista di libri da leggere quando la nebbia offusca la finestra. Quest’estate ho tradito la mia convinzione che per (quasi) ogni libro ci sia una stagione adatta, e che gli autori russi vadano scoperti in inverno. Guerra e Pace mi ha fatto compagnia lentamente, una pagina alla volta, scalando la fulgida cima dei miei libri preferiti insieme a Steinbeck, Cervantes e Dostoevskij nonostante fosse estate. Per rimettere a posto le cose, allora, ho preparato spille e segnalibri autunnali che mi stanno aiutando a riordinare i giorni. I segnalibri, in particolare, si portano addosso una sensazione di libri nuovi, di buone intenzioni e di avventure che me li fa amare sempre molto, anche quando finisco per usare scontrini e cartoline al loro posto.

Segnalibri autunno in regalo

Segnalibri autunno in regalo

Qualche volta, intristiti dalle giornate che si accorciano, ci dimentichiamo della quantità di belle cose che l’autunno porta con sé. Ho cominciato ad amare questa stagione solo recentemente, ma cerco sempre di ricordarmelo, con la lista dei libri da leggere in autunno o il tableau de mariage autunnale che regalavo gli anni scorsi.
Anche in questo segnalibro, da scaricare e stampare gratuitamente in due versioni diverse, ho elencato le parti migliori dell’autunno, calde come un abbraccio.

Segnalibri autunno in regalo Segnalibri autunno in regalo

Ricordate che, se volete restare aggiornati sui miei lavori, il modo migliore è seguirmi su instagram, facebook o anche pinterest.
Buona lettura a tutti!

Segnalibri autunno in regalo

Austenland: Emma

“One half of the world cannot understand the pleasures of the other.”
“Una metà del mondo non riesce a capire i piacere dell’altra metà.”

― Jane Austen, Emma

Emma favor cards - bigliettini bomboniere Emma

“I cannot make speeches, Emma… If I loved you less, I might be able to talk about it more. But you know what I am. You hear nothing but truth from me. I have blamed you, and lectured you, and you have borne it as no other woman in England would have borne it.”
“Io non so far discorsi, Emma… Se io vi amassi meno, sarei capace di parlarne di più. Ma sapete come sono. Da me non udite altro che verità. Io vi ho biasimata, vi ho fatto prediche, e voi l’avete tollerato come nessun’altra donna in Inghilterra l’avrebbe tollerato.”

― Jane Austen, Emma

Porta biglietti bomboniere

“There is one thing, Emma, which a man can always do if he chooses, and that is his duty; not by manoeuvring and finessing, but by vigour and resolution.”
“C’è una cosa, Emma, che un uomo può sempre fare, se lo vuole: il proprio dovere; non con l’astuzia e le blandizie, ma con il vigore e la risolutezza.”

― Jane Austen, Emma

Felt mug cozy in a snow country – Morbidi copritazze nel paese delle nevi

Copritazza in feltro - Felt Mug Cozy

“In the depths of the mirror the evening landscape moved by, the mirror and the reflected figures like motion pictures superimposed one on the other. The figures and the background were unrelated, and yet the figures, transparent and intangible, and the background, dim in the gathering darkness, melted into a sort of symbolic world not of this world. Particularly when a light out in the mountains shone in the center of the girl’s face, Shimamura felt his chest rise at the inexpressible beauty of it.”
Kawabata, Snow Country

“Il finestrino cominciò ad appannarsi. Il paesaggio fuori era scuro e le figure dei viaggiatori vi galleggiavano in una mezza trasparenza. Di nuovo il gioco di quello specchio notturno. Il treno, probabilmente non più di tre o quattro vagoni antiquati, logori, sconquassati, non apparteneva allo stesso mondo dei treni che si trovavano sulle linee principali. Dentro la luce era fioca. Shimamura si abbandonò a fantasticare di essere salito su qualche convoglio irreale, di essere portato lontano senza una meta, fuori del tempo e dello spazio. Il suono monotono delle ruote divenne la voce della donna.”
Kawabata, Il paese delle nevi

Copritazza in feltro - Felt Mug Cozy

In a day like this, when you return home you need a good tea in your hands with a mug cozy to avoid burning yourself, cats and good reads.

In una giornata così, quando si torna a casa ci vuole un buon tè caldo da tenere fra le mani con un copritazza comodo per non scottarsi, gatti e buone letture.

Copritazza in feltro - Felt Mug Cozy

Pick your mug and create a paper template, something like this. Cut then the template on the felt, or wool, or fabric you want to use. Remember: if the fabric is thin, you wull need to double the layers. Add now all the decorations, I made sunflowers for mine and suspenders and bowtie for Franklin. You can open and close it whith velcro or a button.

Prendete la vostra tazza e create un template di carta, qualcosa del genere. Tagliate poi il template sul feltro, o la lana, o la stoffa che intendete usare. Ricordate che se il tessuto è sottile avrete bisogno di raddoppiare gli strati. Aggiungete ora le decorazioni, io ho fatto dei girasoli per il mio e farfallino e bretelle per Franklin. Per aprirlo e chiuderlo potete usare del velcro o un bottone.

Remember to follow my creations on facebook and pinterest.

Ricordate di seguire le mie creazioni su facebook e pinterest.

Libri da leggere in autunno – Parte 4/6

Libri da leggere in Autunno

Non c’è niente come l’arrivo dell’autunno a spingerci verso un buon libro, accoccolati sul divano accanto al gatto. Una tazza di tè calda fra le mani per guardare dalla finestra il mondo trasformato da una giornata uggiosa, sentendo all’improvviso l’aroma della terra, delle castagne sul fuoco, del fumo, di zenzero e cannella e anche delle lapidi più antiche – ed è proprio vero, perché l’olfatto umano sente solo gli odori idrosolubili, ed è per questo che dell’asfalto e della pietra conosciamo l’aroma soltanto quando sono bagnati, da una pioggia incessante o da un ruscello nervoso. E poi annusiamo fiere di paese, e coccole e film in uscita e vendemmie, e mele e passi più pesanti negli stivali nuovi, perché se è vero che l’olfatto è il senso più vicino alla memoria ed ai ricordi sentiamo anche le corse con il fiatone fra la nebbia e le foglie dorate, e quella vecchia coperta calda che qualcuno ci posava sopra quando ci addormentavamo, e quaderni e matite per la scuola.
L’autunno è la stagione dei libri, ma quali sono i libri di ogni stagione? Perché è vero, ogni stagione ha i suoi libri. Per esempio, alcuni autori americani appartengono spesso all’estate (penso a Steinbeck o Hemingway) mentre più facilmente i russi (Tolstoj, Dostoevskij) mi portano fra le tormente di neve viste dalla finestra in pieno inverno.

Ecco perciò la quarta parte di una lista di libri per l’autunno, in tutte le sue forme. Un pezzetto di lista per ogni aspetto dell’autunno. Potrai trovare gli altri pezzetti qui.

STORM book ITASTORM ITA

Libri da leggere in autunno – Parte 3/6

Libri da leggere in Autunno

Non c’è niente come l’arrivo dell’autunno a spingerci verso un buon libro, accoccolati sul divano accanto al gatto. Una tazza di tè calda fra le mani per guardare dalla finestra il mondo trasformato da una giornata uggiosa, sentendo all’improvviso l’aroma della terra, delle castagne sul fuoco, del fumo, di zenzero e cannella e anche delle lapidi più antiche – ed è proprio vero, perché l’olfatto umano sente solo gli odori idrosolubili, ed è per questo che dell’asfalto e della pietra conosciamo l’aroma soltanto quando sono bagnati, da una pioggia incessante o da un ruscello nervoso. E poi annusiamo fiere di paese, e coccole e film in uscita e vendemmie, e mele e passi più pesanti negli stivali nuovi, perché se è vero che l’olfatto è il senso più vicino alla memoria ed ai ricordi sentiamo anche le corse con il fiatone fra la nebbia e le foglie dorate, e quella vecchia coperta calda che qualcuno ci posava sopra quando ci addormentavamo, e quaderni e matite per la scuola.
L’autunno è la stagione dei libri, ma quali sono i libri di ogni stagione? Perché è vero, ogni stagione ha i suoi libri. Per esempio, alcuni autori americani appartengono spesso all’estate (penso a Steinbeck o Hemingway) mentre più facilmente i russi (Tolstoj, Dostoevskij) mi portano fra le tormente di neve viste dalla finestra in pieno inverno.

Ecco perciò la terza parte di una lista di libri per l’autunno, in tutte le sue forme. Un pezzetto di lista per ogni aspetto dell’autunno. Potrai trovare gli altri pezzetti qui.

GHOSTS book ITAGHOSTS ITA

Libri da leggere in autunno – Parte 2/6

Libri da leggere in Autunno

Non c’è niente come l’arrivo dell’autunno a spingerci verso un buon libro, accoccolati sul divano accanto al gatto. Una tazza di tè calda fra le mani per guardare dalla finestra il mondo trasformato da una giornata uggiosa, sentendo all’improvviso l’aroma della terra, delle castagne sul fuoco, del fumo, di zenzero e cannella e anche delle lapidi più antiche – ed è proprio vero, perché l’olfatto umano sente solo gli odori idrosolubili, ed è per questo che dell’asfalto e della pietra conosciamo l’aroma soltanto quando sono bagnati, da una pioggia incessante o da un ruscello nervoso. E poi annusiamo fiere di paese, e coccole e film in uscita e vendemmie, e mele e passi più pesanti negli stivali nuovi, perché se è vero che l’olfatto è il senso più vicino alla memoria ed ai ricordi sentiamo anche le corse con il fiatone fra la nebbia e le foglie dorate, e quella vecchia coperta calda che qualcuno ci posava sopra quando ci addormentavamo, e quaderni e matite per la scuola.
L’autunno è la stagione dei libri, ma quali sono i libri di ogni stagione? Perché è vero, ogni stagione ha i suoi libri. Per esempio, alcuni autori americani appartengono spesso all’estate (penso a Steinbeck o Hemingway) mentre più facilmente i russi (Tolstoj, Dostoevskij) mi portano fra le tormente di neve viste dalla finestra in pieno inverno.

Ecco perciò la secnda parte di una lista di libri per l’autunno, in tutte le sue forme. Un pezzetto di lista per ogni aspetto dell’autunno. Potrai trovare gli altri pezzetti qui.

MELANCHOLY book ITA  MELANCHOLY ITA

Books Vs Knick-knacks #5: a charming reading corner

Free Printable Valentine’s Inspirational Quotes

DIY Flower Bookmark

Hello! Have you tried my DIY anemone bookmark from the last post? I should make a blue or a gold one for the books on my coffee table. Today I want to share with you the inspirational love cards I added as a packaging for the bookmark, since it was a gift. They are totally free, if you like them for your Valentine.

Buongiorno! Avete provato a realizzare il mio segnalibro floreale DIY dal post scorso? Dovrei farne uno di blu oppure oro per i libri sul mio tavolino da caffè. Oggi voglio condividere con voi i biglietti ispiratori che ho aggiunto a mo’ di pacchetto al segnalibro, dato che si trattava di un regalo. Sono completamente gratuite, nel caso vi piacciano per il vostro (la vostra) Valentino(a).

Heart Fitzgerald_cfg

I have loved F.S. Fitzgerald way before the last Great Gatsby movie – yeah yeah, now I’m bragging.. I’m sorry, but I clearly remember reading the novel when I was in high school: I usually went to this small bookshop with many paperbacks, because I didn’t have a lot to money back then (and I also had to equally divide them among makeup, avening with friends…) and I could find a lot of classics. I spent HOURS looking at every cover to pick my book – you know that season of your life when you can lose a whole afternoon and the world doesn’t collapse. That’s when I first met Fitzgerald, and I’ve never left him since then. His prose is wise and kind (“Wine gave a sort of gallantry to their own failure.” ― The Beautiful and Damned), it is sad and vast (“Think how you love me,” she whispered. “I don’t ask you to love me always like this, but I ask you to remember. Somewhere inside me there’ll always be the person I am tonight.” ― Tender is the Night). It is also very funny sometimes (have you ever read the Tales of the Jazz Age, where the richest man in the world tries to bribe God?)

Ho amato F.S. Fitzgerald ben prima dell’ultimo film sul Grande Gatsby – ok ok, adesso mi sto pavoneggiando.. chiedo scusa, ma ricordo vividamente il momento in cui ho letto il romanzo alle superiori: andavo sempre in questa piccola libreria con molte edizioni economiche, perché non avevo grosse disponibilità economiche all’epoca (dovendo anche dividerle equamente fra trucchi, serate con le amiche..) e potevo trovare un sacco di classici. Trascorrevo ORE a controllare ogni copertina per scegliere che libro prendere – avete presente quel periodo della vita in cui è possibile perdere un intero pomeriggio senza che il mondo crolli per questo. Quello è il momento in cui ho incontrato Fitzgerald per la prima volta, e non l’ho più lasciato. La sua prosa è saggia e gentile (“Oh, che importava? I fumi del vino conferivano una sorta di eroismo al loro fallimento.”  – Belli e dannati), è triste e vasta (“Pensa in questo momento quanto mi ami. Non ti chiedo di amarmi per sempre così, ma ti chiedo di ricordare. Nascosta dentro di me ci sarà sempre la persona che sono stasera.” – Tenera è la notte). E’ anche molto divertente a volte (avete mai letto i Racconti dell’Età del Jazz, dove l’uomo più ricco del mondo tenta di corrompere Dio?)

Heart Voice_cfg


In case you don’t like them, here are my other Valentine’s cards and DIYs. I made this two cards for a teenage girl, because I wanted to inspire her. Do you think they are appropriate? What are your inspirational quotes?

Nel caso non vi siano piaciuti, qui trovate gli altri miei biglietti e DIY di San Valentino. Ho preparato questi due biglietti per una ragazzina, perché volevo ispirarla. Li trovate adatti? Quali sono le citazioni che vi ispirano maggiormente?