Il VERO tutorial per le torte di pannolini in 19 passaggi – ovvero l’inferno di essere una crafter

A volte vengo rimproverata di non valorizzare il lavoro che sta dietro alle mie creazioni fatte a mano con tanto amore, perciò ho deciso di scrivere una guida pratica per creare una torta di pannolini come quella che ho postato ieri in facebook e instagram, che renda l’idea meglio dei tutorial proposti su youtube. Questo, all’incirca, è stato il mio procedimento:

Fiocco nascita handmade - ghirlanda bimba

1. Trascorrere intere giornate a cercare ispirazione tra foto e negozi di nastri fino ad essere guardata con sospetto dai commessi. Fare circa 856 prove per i colori, comprando dei campioni per ogni tipo, decidere la combinazione definitiva e un attimo dopo cambiarla per averne trovata una migliore. Rifiutare il primo consiglio di qualcuno che passa di lì.

2. Trascorrere una ventina di minuti nella corsia dei pannolini per scegliere marca e misure migliori fra le miriadi di proposte. Meglio da usare subito o più avanti?, disse Amleto.

3. Vagare per i negozi con aria sperduta fino a trovare una base abbastanza grande e rigida da decorare con il pizzo di carta. Lo stesso vale per i tubi da trovare nel giusto spessore, tagliare e incollare alla base per l’ossatura centrale della torta.

Torta di pannolini idea regalo - Diaper cake gift idea
4. Tornare a casa con scatoloni di materiale ed arrotolare i pannolini uno ad uno fissandoli con un elastico perché mantengano la forma. Ricordarsi di non aver comprato gli elastici e tornare fuori a prenderli.

5. Cercare il proprio polipo interiore e farsi crescere delle braccia aggiuntive per riuscire a sistemare il primo strato di pannolini e fissarlo con un nastro o un elastico più grande. Nel caso in cui non si riesca a produrre nuovi arti, farsi aiutare dalle braccia di qualcun altro.

6. Ripetere l’operazione per gli strati superiori. Rifiutare il secondo consiglio di qualcuno che passa di lì.

7. Cambiare di nuovo idea per le decorazioni, fare nuove prove ed andare a prendere nuovo materiale. Decidere che, laddove altri usano un semplice cartoncino, sia il caso di usare SETTE tipi di nastri diversi.

8. Dimostrare ormai apertamente le proprie manie per il controllo dei dettagli e decidere di cucire fra loro i nastri perché non si muovano di un millimetro di loro iniziativa.

9. Già che ci siamo, prima di fissare i nastri alla torta, aggiungerne un ottavo.

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake
10. Creare i fiori in gomma crepla, tagliandoli e modellandoli a mano con il calore per dare loro la forma desiderata. Perdere più tempo per scegliere la forma e la disposizione delle foglie che per qualsiasi altra cosa, in modo che sia varia, ricca e bilanciata. Infine incollare le varie parti con la colla a caldo a discapito delle impronte digitali.

11. Chiedersi se a questo punto, avendo perduto le impronte digitali, non sia più redditizio darsi alla criminalità organizzata

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake

12. Comprare una coroncina per il top, poi decidere che la si può fare più bella a mano e buttare la coroncina appena comprata. Rifiutare il terzo consiglio di qualcuno che passa di lì.

13. Decidere di decorare anche la coroncina con un fiore, e riattaccare la piastra e la colla a caldo che erano state appena staccate. Chiedersi se sia il caso di andare a comprare altro materiale.

14. Decidere che manca un tocco finale e ritagliare le stelline dorate da applicare qua e là dopo aver fatto, naturalmente, altre prove.

Torta di pannolini idea regalo - Diaper cake gift idea

15. Decidere che quello non fosse il tocco finale e riattaccare la piastra e la colla a caldo per fare anche i fiorellini più piccoli da appiccicare in cima alla coroncina come tocco finale finale.

16. Decidere che il tocco finale finale finale (il nome inizia a somigliare pericolosamente a un file di Photoshop) siano delle semiperline da applicare ai fiorellini più piccoli, ovviamente con prove di colori, perché TUTTI andranno a verificare la sfumatura delle perline all’interno dei fiori.

17. Rimirare l’opera completa, così affaticata che mamma che hai partorito SCANSATI, e impazzire per fotografarla con la giusta luce. Rifiutare il quarto consiglio di qualcuno che passa di lì.

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake

18. Cercare di non uccidere quella che “che carina, mi insegni che la faccio per mia nipote che anche a me piacciono i lavoretti? Quanto costerà? Circa (inserire un prezzo che è la metà del valore reale)?”

19. Quando nessuno è nei paraggi, sfilare la coroncina e provarsela ringraziando graziosamente i sudditi.

Advertisements

Lettera a una bambina sulla lettura – Letter to a child about reading

Baby Bookshelf Gift Idea - Idea Regalo Libreria Bambini

Cara Cecilia,

ti scrivo questo biglietto, anche se non puoi ancora leggerlo, per dirti che non ti sto regalando un libro o una libreria a forma di casa delle bambole: ti sto regalando delle storie, un viaggio verso tutti i luoghi che vuoi vedere e le avventure che vuoi provare.

Ti sto regalando un giardino segreto da mostrare solo a chi vuoi, un moschettiere che ti difenda da chi ti farà i dispetti, un gatto simpatico e dispettoso che si proverà i tuoi stivali, un’isola piena di pirati che cantano con voce cavernosa e delle piccole donne che, come te, crescono.
Ti sto regalando una porta verso tanti mondi diversi, come in Narnia (anche se quello era un armadio), come nei Fluppys. E ti regalo un segreto: un libro fa anche passare il mal di pancia!
Rimane lì ad aspettarti dopo che hai finito di giocare con gli amici, e se qualche volta ci litighi, con gli amici, un libro ti dirà “non ti preoccupare, anch’io mi sento come te”.

E non ti preoccupare neanche se ti dicono di non rovinarli, i libri: non è vero (i tuoi però, non quelli degli altri). I libri vanno sottolineati, spostati, anche strappati se una parte proprio non ti piace –  però poi dovrai chiedere scusa, e sappi che non vale con i libri di scuola. Puoi prenderli e lasciarli e riprenderli più tardi, quando ne avrai voglia, e piegare gli angoli. Puoi saltare qualche pagina e rileggere la tua preferita anche dieci, cento volte! Puoi, infine, leggere dappertutto: in treno, in bagno, in biblioteca o mentre aspetti il tuo turno dal dottore, perché i tuoi libri preferiti, come i tuoi amici preferiti, ti seguono dappertutto, anche quando non li vedi.

E se ti diranno che leggere è importante, o che è noioso, o che bisogna leggere, ti dico un altro segreto: la verità è che leggere è bello! Se non mi credi, prova a prendere in mano Harry Potter, lui di magia se ne intende.

Un bacio,
i tuoi zii N. e F.

_____________________________________________________

Dear Cecilia,

I’m writing this note, even if you cannot read it, to tell you that I’m not giving you a book, or a dollhouse shaped bookcase: I’m giving you tales, a trip to all the places you want to see and adventures you want to try.

I’m giving you a secret garden for you to show only to those you want to, a musketeer who will defend you from bullies, a funny and mischievous cat that will try your boots on, an island full of pirates who sing in a cavernous voice and little women who, like you, are growing up.
I’m giving you a door to so many different worlds, as in Narnia (although that was a closet), as in The Fluppy Dogs. And I’ll give you a secret: a book also send away a stomachache!
It remains there, waiting for you to finish playing with your friends, and if sometimes you quarrel with them, a book will tell you “don’t worry, I feel like you.”

And don’t worry even if they tell you not to ruin them: it’s not true (yours, though, not those of others. Books should be highlighted, moved, you can even torn a page you just don’t like – but then you will need to say sorry, and know that it is not the case with school books. You can take them and leave them and resume them later, when you’ll feel like it, and fold the corners. You can skip a few pages and read your favorite even ten, or a hundred times! You can finally read everywhere: on the train, in the bathroom, in the library or while you wait your turn to the doctor, because your favorite books, such as your favorite friends, follow you everywhere, even when you don’t see them.

And if they tell you that reading is important, or that it is boring, or that you have to read, I’ll tell you another secret: the truth is that reading is beautiful! If you don’t believe me, try asking Harry Potter, he knows about magic.

A kiss,
your uncles N. and F.

Baby Bookshelf Gift Idea - Idea Regalo Libreria Bambini

Essere la madrina di Cecilia è stata una sorpresa che mi ha riempita di gioia, perché la sua è una bellissima famiglia che ha la felicità come traguardo quotidiano.

Being Cecilia’s Godmother has been a surprise that has filled me with joy, because hers is a wonderful family that has happiness as daily goal.

13569011_10209140742462988_4288426889905785715_o

Il suo battesimo è stato il più simpatico ed originale a cui io abbia assistito, con i festeggiamenti in una baita sul Monte Grappa e l’intimità che viene dagli spazi stretti in mezzo ad orizzonti ampi, e il calore della vicinanza e del buon vino.

Her Christening was the most likeable and original that I have witnessed, with the party being held in a lodge on Mountain Grappa and the intimacy that comes from tight spaces amid wide horizons, and the warmth that comes from the proximity and good wine.

13528049_10209065520702491_8763040910672624953_o

Naturalmente non ho saputo resistere e, quando mamma Laura mi ha chiesto di regalarle un libro, è diventato una libreria tutta da riempire, personalizzata da ghirlande e fiori creati a mano perché il tempo è sempre il regalo più grande che possiamo fare, soprattutto ai bambini. Per non smentirci, comunque, anche le sue bomboniere sono state un’esplosione di primavera per tutti!

Of course I could not resist, and when mom Laura asked me to give her a book, it became a library all to be filled, personalized with handmade garlands and flowers, because time is always the greatest gift we can give, especially to children. Obviously, her favors were also a Spring explosion for everyone!

Una cascata di fiori per un battesimo Una cascata di fiori per il battesimo di Ceciia

Per restare aggiornati sui miei lavori, non dimenticate di seguirmi su facebook, instagram o pinterest.

Don’t forget to follow me on facebook, instagram or pinterest to see my works!

Floral Hair Bands for Kids {with Template}

DSC09977_cfg2


“You can cut all the flowers but you cannot keep Spring from coming.”
Pablo Neruda

“Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera.”
Pablo Neruda

Second post for my tiny roses template! I used the slightly bigger rose for lovely baby Alice and her first pigtails. The roses aren’t too big because she’s 18 months old and her hairs isn’t so long. I wanted something springy, so I picked fresh and cheerful colours.

Secondo post per il mio template per roselline di feltro! Ho usato quello leggermente più grande per la piccola Alice ed i suoi primi codini. Le roselline non sono molto grandi, perché ha 18 mesi e i suoi capelli non sono ancora lunghi. Volevo qualcosa di primaverile, perciò ho scelto colori freschi ed allegri.

DSC09980_cfg


First of all, cut your template on heavy paper as I told you in the last post, use to cut out the flower on the felt and roll it starting from the outer part. Attach the flower to the internal circle, (the central part), letting it stick out a bit as the last petal. Add some leaves if you like a richer result: I only made one leaf because I added a green bow I made with a tiny ribbon.

Prima di tutto, ritagliate il template su cartoncino come vi ho spiegato nell’ultimo post, ed usatelo per ritagliare il fiore sul feltro; arrotolatelo quindi partendo dall’esterno. Incollate il fiore alla parte rotonda centrale, lasciando che sporga un po’ come ultimo petalo. Aggiungete delle foglie se volete un risultato più ricco: io ne ho fatta soltanto una perché ho aggiunto un fiocchetto verde fatto con un nastrino.

DSC09979__cfg


Glue the bow to the back of the rose, then cut a circle of felt and use it to secure the hair band to the flower, attaching it on the bottom, as you can see in the picture. Et voilà! Do you like it?

Incollate il fiocchetto al retro della rosa, poi ritagliate un cerchio di feltro ed usatelo per fissare l’elastico al fiore, incollandolo al fondo come si vede nella foto. Et voilà! Vi piace?

DSC09973_cfg


“A Wonderland Birthday” printables #3

A Wonderland Birthday printables Another Wonderland printable: you can find the first and the second one here and here.

Today, we are going to have the clocks you’ve seen in the pic I posted with the garland.

clock blue copy_cfg
clock pink copy_cfg

clock yel copy_cfg

“A Wonderland Birthday” printables #1

A Wonderland Birthday printables

Elide just turned 1. Throwing her a party was not so easy because her parents are moving and there’s a lot to do, but we really wanted her to have a bit of her Wonderland party, so her mom cooked hundreds of delicious muffins and cheesecakes, and I worked on decorations.

I’m gonna give you some free printables. Maybe you can’t eat them, but they are as sweet as a muffin top! Let’s start with the first ones.

Wonderland printable boxes

I put each letter of her name on the little boxes, but you really can use them as you like; are you going to give some little treats to your guests? Make a pyramid of the little boxes, or just display them with a black bow on the top of each one. I can assure you the result is incredibly cute! Too bad I don’t have any pictures. But hey, if you’re gonna use them, send me yours, would you?

Just click on the images to see a larger version.

printable blue wonderland box

printable yellow wonderland box

printable pink wonderland box

This was the first one. Follow me to know when I’m going to post the next Wonderland printable and have a wonder..ful start!

Wonderland printable boxes


Soft and cozy handmade dolls

handmade dolls

L’inverno si avvicina, e quale regalo più caldo di una bambola fatta a mano?

Personali, divertenti, economiche. Dai colori vivaci o delicati, senza parti dure o ingeribili che possano ferire, possibilmente lavabili e masticabili.

E molto, molto coccolabili.

handmade dolls

Sull’allattamento al seno

Image

Anche quest’anno è arrivato il momento di rispolverare la locandina che vedete qui sopra, e a cui sono particolarmente affezionata tra quelle che preparo qui in Pediatria. Sono diversi anni, ormai, che organizziamo corsi rivolti al personale per favorire l’allattamento al seno: ma perché è così importante?

Non è soltanto naturale, è anche e soprattutto utile: non esiste infatti un latte in grado di replicare gli enormi vantaggi sia per il bambino che – udite udite – per la madre.

Ebbene sì! Lo sapevate? Oltre a creare un legame emotivo importante ha vantaggi specifici sulla salute (e sul portafogli) di entrambi, anche a lungo termine! Certo non significa che chi non può farlo debba colpevolizzarsi, ma è importante fare quello che si può e non rinunciare per pigrizia o superficialità, quindi vi riassumerò alcuni dei suoi principali benefici sperando che vi possa chiarire come stanno le cose:

VANTAGGI PER IL BAMBINO

  1. Il latte materno è un alimento completo: contiene tutto ciò di cui il bambino ha bisogno nei primi mesi di vita;
  2. è altamente digeribile e contiene anticorpi che agiscono contro diarree ed infezioni gastrointestinali, rendendolo più sano;
  3. protegge il bambino, anche in futuro, da allergie, infezioni respiratorie, diabete infantile, obesità (anche in età adulta) e perfino tumori;
  4. ha una funzione altamente protettiva nei confronti della SIDS (sindrome della morte improvvisa nel lattante);
  5. favorisce lo sviluppo psicomotorio, in particolare l’acuità visiva e l’apparato vocale (favorendo anche l’allineamento della mandibola);
  6. è inoltre riscontrato che, in media, i bambini allattati al seno sono più intelligenti.

Fin qui, probabilmente, nulla di nuovo, ma quanti conoscono anche gli enormi benefici materni?

VANTAGGI PER LA MADRE

  1. L’allattamento al seno riduce anemie e sanguinamenti post parto, aumentando le contrazioni dell’utero e facendolo tornare più velocemente alle sue dimensioni originarie;
  2. fa dimagrire!!! Allattare brucia calorie ed aiuta a tornare più rapidamente al peso forma;
  3. protegge da cancro al seno ed alle ovaie;
  4. protegge dall’osteoporosi;
  5. è ritardante della fertilità;
  6. diminuisce sensibilmente l’incidenza della depressione post-partum;
  7. è economico (non devi comprare nulla) e veloce (è già pronto ed alla giusta temperatura, niente alzatacce notturne, puoi semplicemente prenderti il bambino a letto ed allattare), inoltre che il bimbo si ammali di meno significa anche meno assenze dal lavoro!

Niente male no? Concludo con

ALCUNI CONSIGLI:

  • Abbiate fiducia: la presenza di latte non dipende dalle dimensioni del seno ma dalla stimolazione e dalla predisposizione mentale, e le donne che realmente non possono produrne sono una ogni mille. Perfino le mamme adottive possono riuscire ad allattare, lo sapevate?
  • Cercate sempre un contatto diretto con il vostro bambino: preferite gli ospedali che praticano il contatto pelle-a-pelle entro un’ora dal parto ed il rooming-in. Attaccate presto il vostro bimbo la prima volta, entro la prima ora se possibile; ricordate che il colostro (presente prima della montata lattea) ha proprietà nutritive eccezionali.
  • Non somministrate liquidi diversi, specie prima di iniziare ad allattare. Evitate le “aggiunte”, a meno che non siano prescritte per motivi specifici.
  • Evitate l’utilizzo di ciucci e tettarelle artificiali; in caso, un dito mignolo ad uncino andrà benissimo.
  • Non cercate di rispettare orari rigidi: lasciate che il vostro bimbo si attacchi quando ha fame, per il tempo che ritiene necessario; una volta mangerà di più, un’altra di meno.
  • Non lavatevi troppo e soprattutto non usate unguenti e creme artificiali sull’areola: le ghiandole disinfettano naturalmente la zona, l’igiene normale basterà.
  • Se il bambino viene attaccato correttamente, problemi come le ragadi si riducono fino a diventare quasi inesistenti: non abbiate paura, perciò, di chiedere al personale che controlli se la posizione è quella giusta, o che ve ne insegni altre (sapevate che esiste una posizione specifica per i gemelli, detta “a rugby”?). Qualora insorgessero problemi, lasciatevi aiutare nell’affrontarli (per esempio, in caso di ingorgo mammario smettere di allattare peggiorerà soltanto le cose; sarà utile tuttavia, contro il dolore, iniziare dall’altro seno per poi passare a quello dolorante quando il bambino avrà meno fame e sarà meno vorace nel succhiare).

Vi saluto con il volantino (fronte e retro) che ho preparato per le mamme al momento delle dimissioni:



Sto ascoltando: Mother, John Lennon