Il VERO tutorial per le torte di pannolini in 19 passaggi – ovvero l’inferno di essere una crafter

A volte vengo rimproverata di non valorizzare il lavoro che sta dietro alle mie creazioni fatte a mano con tanto amore, perciò ho deciso di scrivere una guida pratica per creare una torta di pannolini come quella che ho postato ieri in facebook e instagram, che renda l’idea meglio dei tutorial proposti su youtube. Questo, all’incirca, è stato il mio procedimento:

Fiocco nascita handmade - ghirlanda bimba

1. Trascorrere intere giornate a cercare ispirazione tra foto e negozi di nastri fino ad essere guardata con sospetto dai commessi. Fare circa 856 prove per i colori, comprando dei campioni per ogni tipo, decidere la combinazione definitiva e un attimo dopo cambiarla per averne trovata una migliore. Rifiutare il primo consiglio di qualcuno che passa di lì.

2. Trascorrere una ventina di minuti nella corsia dei pannolini per scegliere marca e misure migliori fra le miriadi di proposte. Meglio da usare subito o più avanti?, disse Amleto.

3. Vagare per i negozi con aria sperduta fino a trovare una base abbastanza grande e rigida da decorare con il pizzo di carta. Lo stesso vale per i tubi da trovare nel giusto spessore, tagliare e incollare alla base per l’ossatura centrale della torta.

Torta di pannolini idea regalo - Diaper cake gift idea
4. Tornare a casa con scatoloni di materiale ed arrotolare i pannolini uno ad uno fissandoli con un elastico perché mantengano la forma. Ricordarsi di non aver comprato gli elastici e tornare fuori a prenderli.

5. Cercare il proprio polipo interiore e farsi crescere delle braccia aggiuntive per riuscire a sistemare il primo strato di pannolini e fissarlo con un nastro o un elastico più grande. Nel caso in cui non si riesca a produrre nuovi arti, farsi aiutare dalle braccia di qualcun altro.

6. Ripetere l’operazione per gli strati superiori. Rifiutare il secondo consiglio di qualcuno che passa di lì.

7. Cambiare di nuovo idea per le decorazioni, fare nuove prove ed andare a prendere nuovo materiale. Decidere che, laddove altri usano un semplice cartoncino, sia il caso di usare SETTE tipi di nastri diversi.

8. Dimostrare ormai apertamente le proprie manie per il controllo dei dettagli e decidere di cucire fra loro i nastri perché non si muovano di un millimetro di loro iniziativa.

9. Già che ci siamo, prima di fissare i nastri alla torta, aggiungerne un ottavo.

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake
10. Creare i fiori in gomma crepla, tagliandoli e modellandoli a mano con il calore per dare loro la forma desiderata. Perdere più tempo per scegliere la forma e la disposizione delle foglie che per qualsiasi altra cosa, in modo che sia varia, ricca e bilanciata. Infine incollare le varie parti con la colla a caldo a discapito delle impronte digitali.

11. Chiedersi se a questo punto, avendo perduto le impronte digitali, non sia più redditizio darsi alla criminalità organizzata

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake

12. Comprare una coroncina per il top, poi decidere che la si può fare più bella a mano e buttare la coroncina appena comprata. Rifiutare il terzo consiglio di qualcuno che passa di lì.

13. Decidere di decorare anche la coroncina con un fiore, e riattaccare la piastra e la colla a caldo che erano state appena staccate. Chiedersi se sia il caso di andare a comprare altro materiale.

14. Decidere che manca un tocco finale e ritagliare le stelline dorate da applicare qua e là dopo aver fatto, naturalmente, altre prove.

Torta di pannolini idea regalo - Diaper cake gift idea

15. Decidere che quello non fosse il tocco finale e riattaccare la piastra e la colla a caldo per fare anche i fiorellini più piccoli da appiccicare in cima alla coroncina come tocco finale finale.

16. Decidere che il tocco finale finale finale (il nome inizia a somigliare pericolosamente a un file di Photoshop) siano delle semiperline da applicare ai fiorellini più piccoli, ovviamente con prove di colori, perché TUTTI andranno a verificare la sfumatura delle perline all’interno dei fiori.

17. Rimirare l’opera completa, così affaticata che mamma che hai partorito SCANSATI, e impazzire per fotografarla con la giusta luce. Rifiutare il quarto consiglio di qualcuno che passa di lì.

Torta di pannolini fatta a mano - Handmade Diaper cake

18. Cercare di non uccidere quella che “che carina, mi insegni che la faccio per mia nipote che anche a me piacciono i lavoretti? Quanto costerà? Circa (inserire un prezzo che è la metà del valore reale)?”

19. Quando nessuno è nei paraggi, sfilare la coroncina e provarsela ringraziando graziosamente i sudditi.

Advertisements

Artigianato Vivo 2016

DSC00493_m

Cison di Valmarino è un borgo delizioso della zona del Prosecco di Valdobbiadene, in Veneto, e fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia. Da 36 anni vi si tiene Artigianato Vivo, una manifestazione annuale che con meraviglia ti trasporta all’interno di un tempo ormai dimenticato, con britole e sedie impagliate a mano, ma anche arte e gioielli più moderni che si inseriscono con delicatezza in un contesto artigianale di qualità.

Cison di Valmarino is a delightful village in the Prosecco of Valdobbiadene area, in Veneto region, and  is part of the Most Beautiful Italan Villages Club. Since 1980 here is held the annual Artigianato Vivo, a crafting event that transports you into a forgotten, enchanted time with “britole” and hand-straw chairs , but also modern art and jewelry that fit gently in a quality craft context.

DSC00399_

Artigianato Vivo 2016 non è il solito mercatino… Si possono trovare dei meravigliosi gioielli meravigliosi di recupero, delle intere orchestre in miniatura all’interno di una lattina di birra, oppure un pittore che dipinge con il vino rosso dei colli.

Artigianato Vivo 2016 is not the usual craft market … You can find wonderful upcycled jewelry, a whole miniature orchestra inside a can of beer, or a painter who paints with the red wine of the hills.

Visitare questo mercatino è stato stupefacente, non solo per gli scorci poetici in ogni zona di questo paese, ma anche perché il mercatino stesso si inserisce nel borgo come parte organica, che vive e respira insieme. Perciò può capitare di trovare un cortiletto in cima a una salita in cui si apre uno spiazzo con stand e bancarelle, o girare l’angolo e, all’interno di un fienile, trovare un altro artigiano che espone e lavora. Ogni cantone di questo borgo, ogni cortile, tettoia, stalla o aia del paese torna a vivere dando ospitalità ad una fiera che lo rende una specie di grande presepe dell’artigianato.

Visiting this fair has been amazing, not only for the poetic views in every area of this village, but also because the market itself becomes an organic part of the town, living and breathing together. Therefore it can happen to find a courtyard atop a hill where an esplanade has stands and stalls, or you can turn the corner and, in a barn, find another artisan who exposes and works. Every corner of this village, every yard, shed, barn of the village comes back to life by giving hospitality to an exhibition that makes it a kind of great craft crib.

A plate of cheerfulness – Una piattata di allegria

Allegri portachiavi segnaposto - Happy keychain place holders

It’s been a while since Easter, but now I have the chance of writing a thought or two: I spent the day with my parents, Franklin, my brother, my sister-in-law and her parents. My mother and I prepared these cheerful felt keychains as place holders. At the end of Easter day my sister-in-law’s father told me: “It has been a lovely day, let’s hope we’ll be together next time too”. Time is running out, every single day. What can we do? Not much, but not going to bed angry, and learning to say thanks and I love you is a good step. I am a proud person, so saying “I love you” is, like, a step with Gagarin on the moon, but let’s start somewhere, maybe healing a little every day with play and laughter.

Pasqua è trascorsa da un po’, ma ora ho la possibilità di scrivere un pensiero o due: ho passato la giornata con i miei genitori, Franklin, mio fratello, mia cognata ed i suoi genitori. Mia madre ed io avevamo preparato questi allegri portachiavi in feltro come segnaposto. Alla fine della giornata di Pasqua il padre di mia cognata mi ha detto “E’ stato delizioso, speriamo di essere tutti insieme anche la prossima volta”. Il tempo scappa via, ogni singolo giorno. Cosa possiamo farci? Non molto, ma non andare a letto arrabbiati, ed imparare a dire grazie e ti voglio bene è già un passo avanti. Sono molto orgogliosa, perciò dire “Ti voglio bene” è una specie di passo con Gagarin sulla luna, ma bisogna pur cominciare da qualche parte, magari guarendo un po’ ogni giorno con gioco e risate.

Allegri portachiavi segnaposto - Happy keychain place holders
Facebook

Pinterest

A red notebook – Un quadernino rosso

Per una sposa in rosso

Ho sempre scritto tanto a penna: permette ad una disordinata cronica come me di mettere in ordine pensieri, impegni, decisioni. Sono caotica, ma con un forte senso logico (a scuola i miei schemi di storia e filosofia andavano a ruba… anche tra i prof!), faccio liste, prendo appunti, annoto idee e pensieri. L’inchiostro sulle dita fa parte di me come l’aria che respiro e sì, uso tantissimo la tecnologia, i promemoria nel blackberry mi salvano spesso e la qwerty è mia amica, ma non è, e non sarà mai, la stessa cosa dello scrivere a mano.
Ad ogni matrimonio mi piace preparare un quadernino tutto nuovo, in cui segnare schizzi, prove e appunti insieme ai dati degli sposi. Qualche volta, però, arriva il matrimonio speciale di una persona speciale, che merita un quadernino speciale. Rosso.

I’ve always written in pen, a lot: it allows a disorderly chronic like me to put in order thoughts, commitments, decisions. I am chaotic, but with a strong sense of logic (at school my history and philosophy schemes went like hot cakes … also among the teachers!), I make lists, take notes, jot down ideas and thoughts. The ink on my fingers is part of me as the air I breathe and yes, I use a lot of technology, blackberry’s reminders often save me and qwerty is my friend, but it is not, and never will be, the same thing as writing by hand.
For each wedding I like to create a new notebook that I will use for sketches and notes along with the informations on the spouses. Sometimes, though, it comes the special wedding of a special person who deserves a special little notebook. A red one.

 

St. Patrick’s Day accessories

St. Patrick's Day accessories

“Here on this island, then, live the only people in Europe that never set out to conquer, although they were conquered several times, by Danes, Normans, Englishmen – all they sent out was priests, monks, missionaries who, by way of this strange detour via Ireland, brought the spirit of Thebaic asceticism to Europe.”

H. Boll, Irish Journal

St. Patrick's Day accessoriesg

“Su quest’isola, dunque, abita l’unico popolo d’Europa che non ha mai intrapreso guerre di conquista: fu invece più volte conquistato, dai Danesi, dai Normanni, dagli Inglesi; inviò per il mondo soltanto preti, monaci, missionari che, dall’Irlanda – strana rotta fuori mano – portarono in Europa lo spirito ascetico della Tebaide.”
H. Boll – Diario d’Irlanda

St. Patrick's Day accessories

Tonight Franklin is back home from Milan, and singing at a St. Patrick’s Day party. I have created a felt shamrock pin for him, and the hearts clip for my hair. After drawing the templates I cut them on felt and then just tried different combinations until I was satisfied with the result. The needlework gives a refined flavor to everything, and it’s getting easier the more I try it, so I’m never going to abandon it!
If you like my work, remember to follow me on Pinterest and Facebook.

Questa sera Franklin torna da Milano e canta ad una festa di San Patrizio. Ho preparato una spilla a quadrifoglio per lui, e la clip a cuori per i miei capelli. Dopo aver disegnato i templates li ho tagliati su feltro e poi provato diverse combinazioni fino a sentirmi soddisfatta del risultato. Il bordo con ago e filo dà al tutto un senso di rifinito, e diventa sempre più facile man mano che mi esercito, perciò non lo abbandonerò mai più!
Se vi piacciono i miei lavori, ricordate di seguirmi su Pinterest e Facebook.

 

DIY Christmas candles

Christmas Candles

Let’s start with Christmas decorations… These candles are rustic and a bit cheerful: the burlap bag is embellished with dark green raffia and felt roses with two tiny pearls, for a touch of shiny and a touch of colour – but not too much.

Iniziamo con le decorazioni di Natale.. Queste candele sono rustiche e frizzanti: il sacchettino di lino è decorato con rafia verde scuro e roselline di feltro con due piccole perle, per un tocco di luce ed un tocco di colore – ma non troppo.

Follow me on Facebook and Pinterest

[Free Printable] Last-Minute Halloween Masquerade

Halloween Masquerade - Free Printables

We all wear masks, and the time comes when we cannot remove them without removing some of our own skin.
Andre Berthiaume

Early references to wearing costumes at Halloween come from the Celtic festival of Samhain: the Celts believed that, during this period, the boundary between this world and the next was very thin and that spirits could more easily come into our world. To scare away evil spirits they dressed up in costumes and wore scary masks, since they believed that dead souls were seeking vengeance and wanted to disguise their identities.

Portiamo tutti una maschera, lo sappiamo bene, e giunge il momento che non riusciamo più a strapparcela senza togliere anche un po’ di pelle.
Andre Berthiaume

I primi riferimenti a maschere e costumi di Halloween provengono dal festival celtico di Samhain: i Celti ritenevano che, durante questo periodo, i confini tra questo e l’altro mondo fossero più sottili, e gli spiriti potessero entrare in questo più facilmente. Per scacciare gli spiriti malvagi indossavano costumi spaventosi, perché credevano che le anime dei morti cercassero vendetta, e volevano celare le loro identità.

Halloween Masquerade - Free Printable “Am I sure? Only as sure as I am that the reality of one night, let alone that of a whole lifetime, can ever be the whole truth.”
Arthur Schnitzler, Dream Story

Masquerade balls, instead, were fashionable and rich dances held for members of the upper classes, hiding their identities in order to allow them to take part in activities considered immoral.

“Se sono sicura? Tanto sicura da presentire che la realtà di una notte, e anzi neppure quella di un’intera vita umana, non significano, al tempo stesso, anche la loro più profonda verità.”
Arthur Schnitzler, Doppio sogno

I balli mascherati o Masquerade balls, invece, erano eventi fastosi e alla moda organizzati per i membri delle classi abbienti, mantenendo nascoste le loro identità perché potessero partecipare ad attività considerate immorali.

Halloween Masquerade - Free Printable

Follow me on Pinterest and Facebook

Free Printable Autumn Garland

Free Printable Autumn Garland - Festone Autunnale da stampareWhenever a time of the year I particularly love is coming, I always try to bring it into my home in a warm, happy way. Autumn means books, movies, but it also means beautiful colors for affordable, small crafts around the house.

Quando si avvicina un periodo dell’anno che amo particolarmente, cerco sempre di portarlo in casa in un modo caldo e allegro. L’autunno significa libri, film, ma significa anche colori fantastici per piccoli craft accessibili in giro per la casa. Free Printable Autumn Garland - Festone Autunnale da stampare

You can also incorporate natural elements to create gorgeous displays. Click on the images below to see them larger.

Potete anche aggiungere elementi naturali per creare composizioni meravigliose. Cliccate sulle immagini per vederle più grandi.

//embedr.flickr.com/assets/client-code.jsFree Printable Autumn Garland - Festone Autunnale da stampare - 1

Free Printable Autumn Garland - Festone Autunnale da stampare - 2

Mini Roses Earrings for Your Springtime Feelings

Spring roses earrings


Sometimes you just feel tired, because your new shoes hurt. Because you want to travel. Because it’s hard to stay inside during a sunny day. Because you need to change the car. Because you wake up earlier when your cat feels springtime and sing the whole time. Because your legs are too white. Because weddings.
Don’t you feel the urge to wear new, bright colors? I decided to wear Spring.

A volte ti senti stanca e basta, perché le scarpe nuove fanno male. Perché hai voglia di viaggiare.Perché è dura rimanere al chiuso in una giornata di sole. Perché devi cambiare macchina. Perché ti svegli prima quando il gatto sente la primavera e canta tutto il tempo. Perché hai le gambe bianco latte. Perché matrimoni.
Non senti anche tu il bisogno impellente di indossare nuovi colori, chiari e brillanti? Io ho deciso di indossare la primavera.

Spring roses earrings


These mini roses stud earrings will be available on my shop soon.
Or maybe I will keep them all. So many shades. You can also choose the gift box you like.

Questi orecchini a bottone con roselline saranno presto disponibili nel mio negozio.
O forse me li terrò tutti. Così tanti colori. Puoi anche scegliere la scatolina regalo che preferisci.

Spring roses earrings


Turn your Easter cake in a glamorous gift in 5 steps

Easter Gift Wrapping - Colomba


How can you turn an Easter cake (we call it colomba) you bought at the supermarket in a glamorous gift in 5 easy steps?

Come trasformare una colomba da supermercato in un regalo super glam in 5 semplici passi?

Easter Gift Wrapping - Colomba


1. Throw away the box and the bag you bought it in.
1. Getta via la scatola ed il sacchetto in cui l’hai comprato.

2. Roll your colomba in a transparent paper (the one for packaging).
2. Avvolgi la colomba in una carta trasparente per confezioni.

3. Pick a non-woven fabric with a cute, pastel color and wrap your cake (or gift), closing it at the top (Easter egg-like). You don’t need it to be all closed.
3. Scegli un tessuto-non tessuto di un colore allegro e pastello, e avvolgi la tua colomba (o il tuo regalo), chiudendolo in cima come un uovo di Pasqua. Non c’è bisogno che sia completamente chiuso.

4. Pick some fake flowers and cut the stems – not too much, you will fix them later, then tie them with a big ribbon bow.
4. Prendi dei fiori finti e taglia i gambi – non troppo, li sistemerai alla fine, poi legali con un bel nastro grande a fiocco.

Easter Gift Wrapping - Colomba


5. Tie the flowers and the bow to your packaging and add other ribbons and bow. Fix the stems.
5. Lega i fiori ed il fiocco al pacco ed aggiungi quanti nastri e fiocchi vuoi. Sistema i gambi.

Easter Gift Wrapping - Colomba


Pin my crafts here